MENU

Città di Civitavecchia

Nuovo decreto Conte per la Fase 2 dal 4 maggio –

Come ci si sposterà dal 4 maggio
Per spostarsi serviranno ancora come motivazioni le comprovate esigenze lavorative, le situazioni necessità, i motivi di salute e sarà possibile spostarsi solo all’interno delle Regioni in cui già ci si trova: sono questi gli spostamenti consentiti, a cui il Governo aggiunge soltanto – e qui sta la grande novità – anche la possibilità di spostamenti mirati per far visita ai propri congiunti, pur sempre nella stessa Regione.

È consentito solo il trasferimento per esigenze lavorative per assoluta urgenza o motivi di salute. Consentito lo spostamento e poi il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Per chi ha sintomi
Il Governo introduce anche una regola più stringente per coloro che presentano una sintomatologia da infezione respiratoria o febbre. Queste persone devono rimanere presso il proprio domicilio, limitare al massimo i contatti sociali e avvertire il proprio medico curante.

Le mascherine dovranno essere utilizzate per incontrare i propri congiunti, sui mezzi di trasporto e in tutti gli altri casi in cui ci siano indicazioni sanitarie o non sia possibile mantenere il distanziamento sociale.
I bambini sotto i sei anni, i disabili e i soggetti che interagiscono con loro sono esclusi da tale obbligo. Sarà necessario utilizzare le mascherine nel corso delle cerimonie funebri, che ora sono consentite, con un limite di 15 presenze e il rispetto delle norme di distanziamento sociale).

Dal 4 maggio l’autocertificazione servirà ancora per giustificare i propri spostamenti. Chiaramente, potranno essere inserite le nuove motivazioni, e cioè la visita ai congiunti e l’attività motoria all’aria aperta.

Qui potete scaricare il Dpcm in pdf in versione integrale.